Ecommerce in Polonia: cosa sapere per vendere in questo mercato

Ho avuto modo di toccare con mano questo mercato che sempre più spesso inizia a entrare nelle strategie di molti e-ecommerce internazionali, viste le sue potenzialità in termini di vendita.

Ho preso spunto da questo articolo per scrivere alcuni punti fondamentali da tenere in considerazione nel momento in cui si decida di entrare in questo mercato:

  • Quanto pesa oggi il mercato online Polacco?

Una recente ricerca dimostra che su 38.5 milioni di persone che vivono in Polonia, il 77% possiede una connessione ad internet. Questo numero classifica il Paese come il mercato online più interessante tra gli Stati dell’Est Europa e come uno dei principali nel Vecchio Continente.

  • Qual è l’identikit del consumatore online Polacco?

I principali motivi che scatenano l’acquisto online in Polonia sono molto legati al prezzo del prodotto. In Polonia i comparatori di prezzo sono quindi molto diffusi. A seguire confort e convenienza.

Il principale acquirente online è una donna, tra i 25 e i 34 anni, con un buon livello di istruzione e vive in città.

  • A cosa fanno attenzione gli utenti Polacchi?

Un elemento fondamentale è la fiducia nell’online, che non è proprio al massimo. Un popolo che poco si fida dell’online, preferisce toccare con mano. Per questo motivo il 50% degli acquirenti online sostiene di cercare prima online gli acquisti che poi conclude offline.

  • Quali sono i prodotti più venduti in Polonia?

L’abbigliamento è il sicuramente la categoria che genera oggi più vendite. Su questo fronte infatti si sono mossi grandi player come Zalando e Amazon. A seguire elettrodomestici, libri, CD (!?), Computer e Smartphone.

  • Qual è il metodo di pagamento più utilizzato?

I metodi di pagamento più utilizzato online sono quelli legati a veloci pagamenti via bonifico, come ad esempio PayU, przelewy24 e dotPay. PayPal sta crescendo in termini di notorietà, soprattutto tra chi ha vissuto all’estero. C’è poi una percentuale non trascurabile di utenti che ama il contrassegno.

Per quanto riguarda i metodi di spedizione, il più utilizzato è legato ai corrieri. I grandi player lavorano molto con freeshipping e reso gratuito, ma non sono incentivi così diffusi come in altri Paesi. Oltre ai corrieri si utilizza molto anche la Posta Polacca tra i metodi di spedizione.

  • I polacchi comprano all’estero? 

Il mercato interno è preponderante, oggi solo il 13% acquista all’estero.

Molti utenti comprano tramite desktop, in quanto la versione mobile spesso non esiste o comunque viene percepita come meno sicura. C’è poi una scarsa comprensione di ciò che serve realmente agli utenti polacchi, che ad esempio si aspettano schede prodotto chiare e politiche di reso e di garanzia facili da trovare, numeri di telefono o email ben in evidenza per il customer care, ecc. Anche i metodi di pagamento internazionali non sono come quelli locali e rappresentano spesso una barriera all’ingresso.

Molti giovani, infine, parlano inglese ma preferiscono comunque acquistare nei siti dove la lingua utilizzata sia il Polacco.

 

Insomma, la Polonia sembra essere un mercato interessante per molti aspetti dell’online marketing, tuttavia, come sempre quando si approccia ad un nuovo mercato, è fondamentale applicare il concetto di localizzazione per capirlo fino in fondo e trarne i massimi vantaggi in termini di conquista.

 

Grazie a Serena per la segnalazione dell’articolo.

Foto: https://www.flickr.com/photos/morebyless/15716672440

Autore: Stefano Guerra

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *