Donatello Bellomo e “I segreti della Silicon Valley”

Perché Google, Facebook, Apple, Twitter… sono nate tutte così vicine fisicamente tra loro? Perché si sono concentrate tutte nella Silicon Valley?

Sono queste le domande da cui parte Donatello Bellomo, consulente di marketing on line, nel suo interessante (e soprattutto gratuito!) audio book “I segreti della Silicon Vally”: un ascolto che vi consiglio assolutamente se vi interessa il magico mondo delle start up e dell’innovazione.

Il libro è nato dopo un periodo di soggiorno dell’autore proprio in questa terra miracolosa, dove le start up diventano aziende multinazionali.

Il concetto fondamentale da cui parte il ragionamento di Bellomo è quello della Programmazione Neuro Linguistica (PNL) e la possibilità di “pensare ad un altro livello” che si ha in questo territorio rispetto ad altri, ad esempio l’Italia.

Innanzitutto, per chi di voi si stia chiedendo che cos’è la PNL, diciamo che, per usare le parole dell’autore, non è altro che la scienza di come governare il proprio cervello in maniera ottimale allo scopo di produrre i risultati che desideriamo.

Uno dei concetti principali della PNL è il Modelling, secondo il quale se una persona ottiene dei risultati, questi sono il frutto di pensieri, strategie ed azioni  che se emulati porterebbero probabilmente agli stessi risultati. Per capire meglio, pensate ad esempio di parlare con una persona di grande talento che sta raggiungendo dei risultati straordinari. Immaginate poi che, proprio grazie a questo dialogo, possiate scoprire le sue strategie vincenti per cercare di ottenere gli stessi risultati straordinari.

Modelling e PNL sono concetti fondamentali su cui si basa il lavoro di Donatello Bellomo.

Ma per capire perché i risultati nella Silicon Valley sono così straordinari, bisogna fare un passo in più. L’autore fa notare come il concetto di fare business, i soldi, non sia sufficiente… Se aziende come Twitter o Google sono quello che sono è perché il loro punto di partenza è stato un altro: voler cambiare la vita delle persone.

Bellomo cita Steve Jobs, indubbiamente un maestro in questo: “tutto quello che guardate attorno a voi, che voi chiamate vita, è stato fatto da persone non più intelligenti di voi… e tu puoi cambiarlo, puoi influenzarlo! Quando capirai questo, la tua vita non sarà più la stessa.”

Questo è il passaggio chiave di tutto l’audio book: le persone nella Silicon Valley non hanno solo voglia di fare business, ma vogliono influenzare la vita dei propri clienti.

Oltre a tutto questo, per capire bene perché certe cose accadono soltanto nella Silicon Valley, bisogna introdurre un altro concetto: questo territorio è un vero e proprio ecosistema che crea imprenditori, start up e storie di successo. Diciamo “ecosistema” perché è formato da 4 fondamentali elementi che interagiscono fortemente tra loro:

  1. Idee. L’ho accennato poco fa, l’idea di voler migliorare la vita dei propri clienti, di influenzare il mondo che ci circonda, è una delle cose che caratterizza le persone che vivono in questo territorio.
  2. Denaro. Nella Silicon Valley ci sono tantissimi fondi di investimento pronti a finanziare le migliori idee, ma anche metodi di finanziamento alternativo come ad esempio il croud funding (che tra poco vi spiegherò…)
  3. Ambiente. In questo terriotorio ci sono ragazzi speciali che hanno voglia di esprimere e condividere con gli altri quello che hanno dentro.
  4. Mentor. Nella Silicon Valley ci sono persone che vogliono creare e persone che hanno già creato. Questi secondi sono i mentor, vere e proprie guide per i ragazzi più giovani che fanno dello sharing delle informazioni un must nella realizzazione delle loro start up.

L’autore spiega bene nell’audio book tutti questi concetti e vi invito assolutamente ad ascoltarlo per approfondirli tutti.

Per portare il ragionamento al termine, però, riprendo uno dei racconti più interessanti di Donatello Bellomo, ovvero di quando ha partecipato all’Incubator di American Online a Palo Alto. In una sala piena di ventenni e trentenni, tutti lì con lo stesso obiettivo ovvero realizzare la propria start up, incontra un ragazzo egiziano che sta lavorando ad un progetto particolare: un porta iPad per divano! Fascino del progetto a parte, è molto interessante come questo giovane sia riuscito ad autofinanziarsi attraverso il croud funding:  “(dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizzano il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone ed organizzazioni” (Wikipedia). In pratica, il giovane egiziano ha creato un progetto (e un video) che ha semplicemente postato su kickstarter.com… in 90 giorni ha raccolto 190.000 dollari! Penso non serva aggiungere molto altro 😀

Tornando al concetto di PNL, quindi, Donatello Bellomo fa notare come solo chiacchierare con ragazzi del genere possa accelerare la nostra crescita: le persone che ci circondano hanno un impatto fondamentale sulla nostra vita.

“Volete raggiungere obiettivi che non avete mai raggiunto? Dovete frequentare persone che non avete mai frequentato.”

Questa è la conclusione di Donatello Bellomo, uno spunto davvero interessante oltre che un buon motivo per trasferirvi nella Silicon Valley :)

Autore:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *