Creare un’infografica è roba da preistoria…

E-commerce & Digital Marketing Strategist. Blogger dal 2006, nel web marketing dal 2009, studioso dell'ecommerce dal 2013. Il mio lavoro è la mia passione. Scrivo di digital marketing e di vendita online. Buona Lettura.

Creare un’infografica è roba da preistoria…

Vanno molto di moda le infografiche, o infografici, come li volete chiamare.

Cosa sono? Per quei pochi che se lo stanno chiedendo, diamo una breve, anzi brevissima definizione:

L’infografica (anche nota con termini inglesi information graphic o infographic) si occupa principalmente dell’organizzazione e della rappresentazione di dati e informazioni in forma grafica.” (Wikipedia)

Praticamente si tratta di utilizzare immagini, simboli, numeri e qualche scritta per rappresentare in modo intuitivo, rapido e gradevole (ah, il design) informazioni che altrimenti richiederebbero almeno almeno la scrittura di un articolo.

Niente più noiosi testi e manoscritti. L’utente medio è sempre più pigro e vuole vedere cose belle da capire in poco tempo.

Ecco che allora l’infografica torna di moda. Già, perché non è certo un’invenzione recente. I primi esempi risalgono alla preistoria, i disegni nelle caverne per capirci (stiamo forse regredendo? :)).

Comunque sia, battute a parte, ho visto più infografici che articoli ultimamente, ma la cosa non mi dispiace.

Ce n’è qualcuno di bello che avete visto e volete condividere? Scrivetemi pure nei commenti o dove volete… potremmo fare una bella raccolta…

Se intanto vi volete divertire vi lascio con qualche esempio…

Rispondendo a qualche domanda su Ionz avrete un infografica di voi stessi in meno di un minuto, una cosa tipo questa:

wallpaper_ionz_1440x900

 

Se invece volete creare sempre un‘infografica di voi stessi, ma di più professionale, come ad esempio il vostro curriculum vitae, allora vi consiglio due siti che, grazie ad un rapido collegamento con LinkedIn, possono farvi provare grandi emozioni, in pochi secondi:

  • Il primo è Revu, trovate qui un infografica sul mio profilo LinkedIn.
  • Il secondo, anche meglio in termini di personalizzazione, è Visualize Me, e anche in questo caso ho fatto una simpatica prova.

Che ne dite? W gli infografici e i disegni divertenti, dico io 🙂

Autore:

 

2 risposte

  1. Glory11 ha detto:

    Ciao caro collega di MarketingArena 🙂
    Le infografiche: che bel tema, anche se per me un po’ contradditorio. A riguardo ho due posizioni un po’ contrastanti che ho cercato di spiegare un po’ in un paio di post:
    http://glory11.wordpress.com/2011/09/21/immagini-che-ci-manipolano-la-mente-parte-ii/
    e
    http://glory11.wordpress.com/2011/10/10/infografica-e-mappe-mentali-nuove-frontiere-educative/
    Tu che dici? Le potenzialità sono enormi, ma secondo me ci sono altrettanti aspetti negativi. :/

  2. Stefano Guerra ha detto:

    Ciao Gloria,
    grazie del commento e della segnalazione 🙂
    personalmente penso che le infografiche siano molto utili in certi contesti, laddove per esempio ci sia un forte bisogno di riassumere schematicamente, oppure dove si voglia creare un supporto visivo. In fondo anche i power point non sono altro che un supporto visivo.
    Ovvio che non potrà mai sostituire un articolo accademico, ma potrebbe essere un buon riassunto o un buon modo di presentarlo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *