Trovare idee vincenti? Cominciamo condividendole…

Le idee vengono dal basso, dalle menti scalpitanti dei giovani, da chi sta sul pezzo, da chi spesso però non ha voce in capitolo.

Le idee vengono dalla condivisione, perché se unite ad altre prendono vita e danno forma a qualcosa di nuovo (la spirale di Nonaka e Takeuchi insegna molte cose a riguardo).

Proviamo a immaginare l’universo di Internet dall’alto. Se potessimo farlo vedremmo probabilmente un brulichio di idee e un intrecciarsi intrepido di menti sveglie, che vogliono dire spesso solo dire la loro. Tutto questo crea un bagaglio di conoscenza condivisa che l’umanità non ha mai avuto. E che non possiamo vedere in nessun altro mezzo mediatico.

Perché gli altri Media pensano in vecchio.

Se questo però questo è vero nel macro, perché non dovrebbe esserlo nel piccolo? Pensiamo per esempio ad una realtà come un’organizzazione. Immaginiamo la potenza di un Wiki aziendale o di un blog interno, o di un semplice forum, in cui ogni dipendente può condividere le proprie esperienze, le proprie opinioni. Penso soprattutto a quelle grandi aziende di 200, di 1000, di 10.000 dipendenti…

Credo che le idee nascerebbero spontaneamente, perché la sola possibilità di farsi notare, o di poter condividere il sapere con altri, sarebbe un incentivo. Con qualche spinta, poi (non per forza di natura monetaria) la cosa funzionerebbe forse anche meglio.

Quello che conta è però un management open minded e aperto alla creatività. Altrimenti è inutile parlarne.

Quindi… perché sforzarci con faticosi brain storming di 3 persone quando possiamo invece raccogliere (probabilmente) tante idee da dover impiegare il tempo più nella selezione delle stesse che nella loro (faticosa) produzione?

E poi… se due pensano meglio di uno, figuriamoci 100, 1000,10.000… :-)

Immagine: https://www.flickr.com/photos/spyndle/2500303479/

Autore: Stefano Guerra

Un pensiero riguardo “Trovare idee vincenti? Cominciamo condividendole…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *